venerdì 25 gennaio 2013

LA SCOMUNICA AI COMUNISTI


LA SCOMUNICA AI COMUNISTI





Sembrerebbe una "favola d'altri tempi, tanto che se ne parla oramai pochissimo, ma in realtà è tuttora in vigore.È bene e doveroso ribadire che... La scomunica dei comunisti, non solo non è stata mai abrogata, ma posso assicurare, che almeno ufficialmente è tuttora in vigore. Nonostante che clero e laici impegnati se ne freghino da decenni. Uscì per un po’ dal dimenticatoio, durante l’apparente crollo del sistema sovietico. Ricordo una vignetta del comico Elle Kappa che recitava: «L’espressione “Il comunismo è morto” è diventata un saluto». Ovviamente i cattolici pseudo-progressisti, alleati delle sinistre non ne parlano più, altrettanto fanno i loro avversari, come pure i sedicenti cattolici di centro-destra o proprio di destra: temono di sembrare fuori moda, temono di non essere “politicamente corretti”, di non fare bon ton. Papa Roncalli non tolse la scomunica ai comunisti, come ebbe a sostenere Feltri in un suo articolo su Libero, ma non ne tenne conto: tuttavia né lui, né alcuno dei suoi successori l'ha mai tolta. Anzi, per amor di precisione, bisogna dire che Giovanni XXIII l'ha addirittura inasprita, infatti, mentre il decreto originale del Sant'Uffizio del 1949 comminava la scomunica a coloro che si iscrivevano a partiti comunisti, filocomunisti o alleati con essi, quello del 25 marzo 1959 la estese anche a coloro che semplicemente votavano per tali partiti.
A rigor di termini, quindi, la scomunica nei confronti dei comunisti è, a tutti gli effetti, ancora in vigore.

giovedì 17 gennaio 2013

CONSIGLI SPIRITUALI

video

CONSIGLI SPIRITUALI





CONSIGLI SPIRITUALI

Come pregavano Gesù e Maria? Sicuramente non con esaltazione, ma nell'umiltà. Noi dobbiamo imitarli anche in questo.                                                                                                                                               
Voglio mettere in chiaro alcune cose',sicuramente molti mi attaccheranno, ma devo dirlo.                       
Alcuni esorcisti dicono di non farsi mettere le mani in testa da chi non e' sacerdote. Sapete il perché? Perché il sacerdote e' un unto,un consacrato. I laici no! Un laico può far danni sopra altra persona nell'imporre le mani, scaricate in loro negatività, cioè quello di non buono in voi,aprite la porta al demonio come fanno anche i fattucchieri, che secondo loro dicono buone parole su quella persona. Così anche quel cattolico che pensa di invocare lo Spirito Santo con le mani sopra ad altri. Ve lo ripeto, non fatelo mai,lo danneggiate,scaricate in loro i vostri disturbi spirituali che neanche sapete di averli.                                                                                                                                         
Poi altra cosa da mettere in chiaro e' che non dovete mai desiderare chissà quale dono mistico, o la sfrontatezza di far scendere per forza lo Spirito Santo. Cioè, molti desiderano chissà male misticismo,  o chissà quali doni solo per sentire consolazioni in modo esaltato.                                                                                                                                                                                                          La La Madonna non pregava così e' i sette doni l'ha ricevuto perché Umile,Immacolata, obbediente... Madre di Dio.                                          

I doni vanno vari passi alle virtù. I sette doni non scendono in anime sporche,viziose ... Imitate la Madonna e' capirete.                                    

Noi abbiamo ricevuto lo Spirito Santo nel Sacramento del Battesimo e nella Cresima. Vi racconto di qualche fatto di anime convertite. Alcune anime si sono convertite per grazia,agendo lo Spirito Santo. Non andavano in gruppi del rinnovamento dello Spirito Santo,ma e' accaduto in modo personale, tra Gesù e l'anima. Tale persone appena convertite fanno per grazia esperienza mistica. Per sapere se veramente ha conosciuto Cristo da dove lo si vede? Dal vivere santamente. I Santi non hanno mai desiderato estasi di cose del genere perché e' superbia. Ma hanno desiderato pregare umilmente e patire per Cristo.                                                               

Il rinnovamento dello Spirito si aggrega hai pentecostali che sono i protestanti,mentre il rinnovamento dello Spirito Santo sono cattolici.                                                                                                  

Bisogna pur dire che molti intelletti offuscati ci sono, ma non e' mancanza di chi non ha ricevuti l'effusione dello Spirito Santo,anzi vi dico, evitate tale cosa.                                                                         
Fatevi benedire dal Sacerdote o preghiere esorcistiche ecc...  Ma evitate tale effusione. Non potete capirlo ora perché fate parte di tale gruppo e impedite a l'intelletto lo Spirito Santo di agire impedito dalla superbia.

Spero di avere spiegato in modo chiaro.                                              

Riguardo la parola:rinnovamento dello Spirito, dovrebbe essere un cambiamento interiore, un rinnovarsi, uomo nuovo, in poche parole camminare per la via della Santità. Dicevo riguardo certe cecità intellettuali è causa, di superbia, o di peccato. Ad esempio pensate di trovarvi in una grande sala con la radio a tutto volume e qualcuno vi stia chiamando, parlando a distanza voi sentireste? penso di no! Così è nell'anima, intelletto ingombrato da tanti discorsi, da un modo di vedere e dalla superbia.                                                                 
Mi spiego, dipende la formazione di certi sacerdoti che insegnano male hai laici fuori dalla Sana Dottrina Cattolica, da cosa si ascolta e si assimila. Poi anche il chiasso delle novità del mondo che si mischia e si assimila. Poi c'è chi non legge buoni libri cattolici che aiutano nel conoscere e conoscersi.                                                         
Voi mi dite: Ma come facciamo a capire quali sono i libri buoni?    Se avete un Padre Spirituale di buona formazione cioè che vive santamente di cui ci sono, non molti ma ci sono, vi saprà dire cosa serve alla vostra anima, cosa dovreste leggere.                                   

Certi laici dicono hai sacerdoti, o pensano, che certi sacerdoti non capiscono certe cose perché non hanno ricevuto l'effusione dello Spirito Santo. Ecco, questo è sbagliato dire e pensare tale cosa e chi lo dice e lo pensa esprime di essere un vero superbo e si sente al di sopra di tutti. La causa non è quella cari amici, ma è che non vivono in modo spirituale, soprannaturale, o chi si fa trascinare dal pensare mondano o dal vivere all'acqua di rose dalla superbia di crearsi un modo di dottrina fai da te per non essere scomodati.                                

Così avviene cecità intellettuale, non si lascia agire la grazia, lo Spirito Santo. Dicevo anche riguardo di certe persone che vivevano in stato di peccato e per grazia si sono convertiti, alcuni facendo esperienza mistica, senza sapere cosa vuol dire la parola. Ma tale esperienza non accade perché si va in gruppi di rinnovamento, accade all'improvviso per grazia e Misericordia di Dio, ma non ha nulla a che fare con doni dello Spirito, e chi fa tale esperienza non si inorgoglisce.                     

Se leggete il castello interiore di Santa Teresa D'Avila, la sua vita, leggerete che consiglia che si va a Dio per mezzo del Figlio. Pensare di fare orazione tramite Dio che è Spirito è sbagliato è superbia, lo dice ella stessa.                                      

Dio si fece Carne:"Gesù".                                                                                            

Allora cosa ci consiglia Santa Teresa D’Avila? ci consiglia di fare orazione attraverso Gesù.